Back to home

Cuore Della Siberia

Olkhon è la più grande isola del Lago Baikal ed è il più famoso centro spirituale dell’isola. Paesaggi pittoreschi, baie di sabbia, ripidi promontori con forme insolite fanno dell’isola di Olkhon una vera Isola del Tesoro.

  • Lunghezza: 71.7 km / 44.6 ml
  • larghezza: 14 km / 8.7 ml
  • area: 730 km2
  • punto più alto: 1274 m

Chužir è il più grande insediamento sull’Isola di Olkhon con una popolazione di circa 1.300 abitanti. In passato l’isola era abitata dai Kurykan, una popolazione di origine turca. I Kurykan erano inizialmente nomadi, possedevano una lingua scritta, ma hanno deciso di stabilirsi qui. La loro civiltà è esistita per centinaia di anni mentre vi sono ancora dubbi sul quando e perché si sia estinta.

L’occupazione principale della popolazione è la pesca. Una volta che l’elettricità è stata portata sull’isola, alberghi e piccole imprese hanno iniziato a svilupparsi e, di conseguenza, si è sviluppato anche il turismo.

I posti più interessanti a Chužir sono il Capo Burkhan o la Roccia dello Sciamano. Questo luogo sacro, è circondato da misteri e leggende. Molti di reperti archeologici sono stati scoperti a Capo Burkhan e nelle sue vicinanze nel corso degli anni. Questi includono monete del 18° secolo, un coltello in nefrite, un’ascia, frecce, ceramiche, oggetti di pietra, osso, ferro, oro, e gli altri elementi dell’Età Bronzo e del Neolitico. Il secondo punto di interesse è il museo etnografico, fondato da un direttore ed insegnante di nome N. M. Revyakin negli anni 50. Revyakin era un grande studioso di etnografia, storia e svariate altre scienze. Ha studiato l’isola di Olkhon con i suoi studenti. I suoi contributi sono importanti per la storia della popolazione locale e del lago.

Vicino al villaggio c’è un altro luogo interessante – la spiaggia Saraysky. La spiaggia di sabbia è lunga 3 Km e larga circa 1 Km; con accoglienti prati e boschi, circondato da una pineta che sorge dietro le rive sabbiose. La baia è poco profonda e in estate l’acqua è abbastanza calda per fare il bagno.

Si può prendere un traghetto attraverso lo Stretto di Olkhonskiye Vorota (Gates) per raggiungere l’isola in estate. Durante l’inverno è possibile arrivare all’isola direttamente in auto, grazie a un’emozionante attraversata sulla superficie del lago ghiacciato. Quando il lago non è bloccato del ghiaccio, è anche possibile viaggiare in barca a motore per raggiungere l’isola.

Olkhon

Ci sono circa 2000 terremoti all’anno al lago Baikal. Il gran numero di terremoti è una diretta conseguenza dei movimenti di enormi masse di terra.
Find us on instagram

@belbaikal